Classifica AT&T Byron Nelson 2022, voti: KH Lee ripete dopo aver respinto la sfida di Jordan Spieth

Cosa hanno in comune Sam Snead, Jack Nicklaus, Tom Watson e KH Lee? A partire da domenica, sono gli unici giocatori di golf nella storia a vincere l’AT&T Byron Nelson per più anni consecutivi. Lee ha seguito le orme di alcuni dei migliori giocatori della storia e ha tenuto a bada alcuni dei migliori della sua stessa generazione per finire a 26 anni e vincere al TPC Craig Ranch per il secondo anno consecutivo.

Domenica è servito un 63 di Lee – il round più basso della sua carriera – per respingere Jordan Spieth (2°), Hideki Matsuyama (T3), Justin Thomas (T5) e Xander Schauffele (T5). Incredibilmente, non è stato il miglior round della giornata domenica al Nelson, né il miglior round di quei giocatori elencati. Schauele ha perso un 61 all’inizio per impostare il numero della clubhouse a 23 sotto prima che Matsuyama lo reimpostasse a 24 sotto dopo il suo 62.

Tuttavia, Lee era inchiodato dappertutto. È uscito nel 31 sui primi nove prima di fare un’aquila sul numero 12 dopo aver colpito un approccio di 240 yard a 5 piedi. Sono seguiti altri due uccellini – di cui uno per ultimo – ma in realtà era un par (che a volte questa settimana sembrava più raro degli uccellini e delle aquile) che diventerà il momento più importante della giornata.

Con Spieth (e l’intera città di Dallas) alle sue spalle, Lee aveva 12 piedi per il par dopo uno scomodo chip shot che non riusciva ad avvicinarsi alla buca. Spieth è andato al 17° tee box dove ha visto tutto giocare davanti a lui, e Lee ha seppellito il putt per mantenere un vantaggio di un colpo fino all’ultima buca.

“Ha sparato… 9 under”, ha detto Spieth di Lee. “L’abbiamo fatto saltare dalle 15 alle 18 [miles per hour] le nostre ultime 10 o 11 buche, quindi il punteggio di questo pomeriggio, in particolare l’ultimo tratto di buche di chiusura, è solo un punteggio fenomenale”.

Spieth e Lee hanno entrambi fatto birdwatching al 72esimo, e Lee ha deluso una galleria sperando che Spieth vincesse il torneo della sua città natale per la prima volta e Spieth si leccasse le ferite prima di andare per il grande slam della carriera la prossima settimana al PGA Championship.

Per Lee, è stato inaspettato in base alla sua recente commedia ma non alla sua storia in questo corso. Lee ora ha 51 anni in meno in due anni qui e anche se ha avuto solo una top 10 tra la vittoria dell’anno scorso e quella di quest’anno, sarà difficile da battere al TPC Craig Ranch in futuro. Potrebbe non essere mai tra i grandi che ora è elencato nei libri dei record quando arriva alla totalità della sua carriera. Ma per quanto riguarda il battere i migliori al mondo per una settimana in Texas, nessuno ha fatto meglio negli ultimi due anni a questo evento. Per quanto riguarda la vittoria di uno dei migliori tornei low-key dell’anno fino ad oggi, KH Lee appartiene.

Ecco il resto dei nostri voti per l’AT&T Byron Nelson.

2. Jordan Spieth (-25): Se c’è un momento in cui Spieth guarderà indietro, è difficile immaginare che non sarebbe la decima buca in cui ha fatto tre put da 7 piedi. Sembrava un po’ come se stesse per prendere il controllo del torneo di golf in quel momento, e invece, retrospettivamente, è stato probabilmente dove l’ha perso.

“Guardo indietro al 10, ho dato un’occhiata abbastanza bene al birdie e sono diventato un po’ troppo aggressivo e l’ho colpito durante la prima pausa”, ha detto Spieth. “Poi sono entrato nella mia testa nel vento lì sul secondo e ho perso circa un 3 o 4 piedi che per passare dal pensare che avrei fatto birdie a fare bogey, voglio dire che è ovviamente un grande swing . Ma ho giocato le buche da lì esattamente come avrebbero dovuto essere giocate. Ho preso altri tre uccellini e semplicemente non era abbastanza buono. “

Tuttavia, è arrivato primo e secondo in due partenze dai Masters e anche primo e secondo in colpi hanno guadagnato dal tee al green in quelle due uscite. Ora potrebbe resistere allo slam la prossima settimana a Tulsa, in Oklahoma, perché il putter (soprattutto su quelli corti) è rischioso, ma farà un inferno nel processo e, proprio come è successo questa settimana al TPC Craig Ranch, il miglior intrattenimento di questo sport. Grado: A

T3. Hideki Matsuyama (-24): È stato un altro brutto finale in una stagione piena di loro per Matsuyama che ha tirato 62 facendo l’aquila all’ultimo. Non pensavo che questo fosse un posto particolarmente bello per lui questa settimana a causa di quanto sia bravo sui percorsi difficili (non sono sicuro che qualcuno se ne sia accorto, ma questo non era un percorso difficile), ma potrebbe essere un presagio per il PGA della prossima settimana a Southern Hills. Sta colpendo la palla molto bene (quarto in colpi guadagnati dal tee al green) e l’unica cosa che ha interrotto una favolosa stagione di Matsuyama è stato un infortunio a cui ha sofferto prima del Masters. Oltre a questo, ha un paio di vittorie, una top 15 al Masters e cinque top 10 posti che potrebbero essere punteggiati da contese il prossimo fine settimana a Tulsa. Grado: A

T5. Xander Schauele (-23): Quando Schauele ha concluso il suo ultimo round, era il leader solista e 100-1 a vincere il torneo. Non lo vedi molto spesso, ma Schauffele è uscito presto e ha lasciato un brutto 61 che lo ha portato in cima alla classifica, ma sfortunatamente ha lasciato troppo poco spazio per il resto del campo da coprire mentre sedeva nella clubhouse. Alla fine è caduto dalla cima del tabellone come tutti sapevano che avrebbe fatto, ma è stata una bella prestazione domenicale poter partecipare al campionato PGA della prossima settimana a Southern Hills. Grado: A-

T5. Justin Thomas (-23): JT aveva 2 buche nelle prime sette buche giovedì e 14 dietro al comando prima di giocare le ultime 65 buche in 25 under per mettersi in lizza. Non è riuscito a riportarlo indietro e a riprendere il torneo domenica, ma il suo golf è stato comunque impressionante dopo quelle prime sette buche nel Round 1. JT non è riuscito a sfruttare quella che è stata una settimana di put davvero forte al TPC Craig Ranch , tuttavia ora è in una posizione perfetta per la prossima settimana per correre in quello che sarebbe il secondo grande campionato della sua carriera in un posto che apprezzerà ciò che sa fare meglio, che viene colpito in modo imponente andrà in minuscoli silos. Grado: A-

Leave a Comment