Chi ha guadagnato più posizioni – e posizioni in griglia del GP dell’Emilia Romagna – nello Sprint?

Imola ospita la prima edizione di F1 Sprint nel 2022, con Max Verstappen che ha reagito da una brutta partenza per ripassare il leader del campionato Charles Leclerc e uscire in testa in un emozionante evento di 21 giri. Vediamo chi ha guadagnato più posizioni – e quindi posizioni in griglia per la gara – in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna di domenica…

LEGGI ANCHE: Verstappen strappa la prima posizione a Leclerc nell’emozionante Imola Sprint


Verstappen non riusciva a spiegare perché ha subito così tanto pattinamento all’inizio, che ha permesso a Charles Leclerc della Ferrari di superarlo in testa alla F1 Sprint. E mentre è tornato indietro nella fase iniziale, il campione del mondo in carica ha ridotto il divario mentre Leclerc ha lottato con le sue gomme prima di utilizzare il DRS per superare la Ferrari e passare in testa a due giri dalla fine. Sono otto punti nella borsa e il suo primo Gran Premio P1 della stagione 2022.

LEGGI DI PIÙ: Verstappen sollevato per prendere la P1 in Sprint dopo la “terribile” partenza a Imola


2-LEC.jpg

tifosi ha ruggito di eccitazione quando Leclerc si è inserito in testa alla curva 1 all’inizio. Il monegasco ha gestito con facilità la ripartenza della Safety Car prima di uscire dal raggio di azione del DRS con una raffica di lapsus più veloci. Ma ciò significava che gli mancava la vita delle gomme nelle fasi finali, è caduto nelle grinfie di Verstappen ed è caduto al secondo posto, dove ha iniziato. Ha comunque aumentato il suo vantaggio in campionato a 40 punti, dirigendosi verso domenica.

LEGGI DI PIÙ: “Se riusciamo a risolverlo, possiamo lottare per la vittoria” – Leclerc rivela la lotta chiave dopo aver perso l’Imola Sprint contro Verstappen


3-PER.jpg

Sergio Perez è stato tra i più grandi protagonisti sabato pomeriggio a Imola, il messicano ha recuperato una deludente qualifiche guadagnando quattro posizioni e finendo terzo nella F1 Sprint. Ciò significa che inizierà il Gran Premio terzo per la seconda gara consecutiva, dando anche alla Red Bull il vantaggio strategico per domenica se dovesse tenere a bada Carlos Sainz al via.

FATTI E STATISTICHE: Ferrari conquista un posto in prima fila a Imola per la prima volta dal 2006


4-SAI.jpg

Sainz era furioso con se stesso venerdì sera dopo aver commesso un errore in qualifica che gli ha lasciato un misero 10° posto in griglia per lo Sprint. Ma ha mantenuto la calma per completare un’impressionante guida per limitare i danni nel trattino di 21 giri, superando sei auto – la maggior parte di chiunque altro – per finire quarto e assicurarsi una seconda fila per domenica.


5-nor.jpg

È stato un caso di emozioni contrastanti per Lando Norris dopo essere arrivato quinto, due posizioni in meno rispetto all’inizio. Il britannico ha completato solo una manciata di interruzioni nelle FP2 all’inizio della giornata dopo aver riscontrato un problema ai freni e, sebbene non abbia avuto problemi di questo tipo nello Sprint, non è riuscito a tenere dietro Perez e Sainz. Detto questo, considerando le difficoltà della McLaren all’inizio dell’anno, Norris ha ammesso che finire al meglio degli altri al quinto posto è stato un passo avanti.


6-RIC.jpg

Daniel Ricciardo è stato uno dei due piloti che non hanno corso nelle FP2, ma il team ha fatto un ottimo lavoro per far sì che l’australiano fosse smistato per la F1 Sprint. La sua fuga è stata forte – e avrebbe potuto essere quarto, ma è stato bloccato tra Perez e Kevin Magnussen ed è caduto indietro. Ha perso posizioni contro Perez e Sainz, ma è finito davanti ad Alonso e Magnussen per finire dove aveva iniziato.

LEGGI DI PIÙ: “Domani saremo un’auto più veloce” – Ricciardo ottimista sulle possibilità della McLaren dopo l’Imola Sprint


7-BOT.jpg

Come Ricciardo, Valtteri Bottas non ha corso nelle FP2, il finlandese è andato in panchina mentre il suo team Alfa Romeo ha cambiato telaio. Ma la macchina è stata brillantemente veloce in gara e, dopo una brutta partenza, ha reagito attraverso il campo per segnare un paio di punti e assicurarsi il settimo posto in griglia, un posto più in alto di quello che aveva iniziato.


8-mag.jpg

Kevin Magnussen è stato l’unico pilota tra i primi 10 a partire con le gomme medie, e il danese in seguito ha ammesso di essere rimasto scioccato nel vedere tutti intorno a lui con le morbide. Dopo essere uscito illeso dal contatto con Ricciardo al 1° giro, ha combattuto valorosamente e mentre il pilota Haas alla fine è scivolato in fondo alla classifica perdendo infine quattro posizioni – solo un pilota ha perso di più – è rimasto ottavo, che è stato l’ultimo a pagare punti posizione.


9-ALO.jpg

Sabato i massimi delle qualifiche sono stati lontani dal mondo per Fernando Alonso, il doppio campione del mondo che ha perso due posizioni al via. Ha perso un altro posto per scendere all’ottavo posto prima di cedere l’ultimo punto a Bottas a cinque errori dalla fine e tagliare il traguardo nono.

IN EVIDENZA: guarda l’azione dello Sprint mentre Verstappen batte Leclerc a Imola


10-SCH.jpg

Mick Schumacher è stato uno dei due piloti nella top-12 a partire con la gomma media, mentre il suo compagno di squadra Magnussen l’altro. Il tedesco ha mostrato un buon ritmo per salire di due posizioni, il pilota Haas è uscito in testa in un’emozionante lotta con il mentore Sebastian Vettel per finire 10°, che tra l’altro sarà un inizio in carriera per il Gran Premio.


11-RUS.jpg

È stato un pomeriggio poco emozionante per George Russell, che come il compagno di squadra Mercedes Lewis Hamilton non ha avuto le prestazioni, in particolare sui rettilinei, per fare progressi e così ha concluso l’evento di 21 giri dove ha iniziato.


Tsu .jpg

Yuki Tsunoda si è lasciato alle spalle una qualificazione frustrante con un avviamento elettrico che lo ha visto saltare di tre posizioni. Ne ha guadagnati un altro prima della fine dell’evento, spostandolo ai margini della top 10 e nella distanza di tiro di punti domenica nella gara di casa della squadra.


13-VET.jpg

Sebastian Vettel sperava di convertire la sua prima prestazione di qualificazione nella top-10 del 2022 nei suoi primi punti della stagione nella F1 Sprint, ma mentre il tedesco ha difeso con forza nelle prime cadute, è caduto nell’ordine quando il suo connazionale Schumacher ha superato ed è finito quattro posizioni in meno rispetto all’inizio.


14-ham.jpg

Lewis Hamilton ha tagliato una figura avvilita dopo la F1 Sprint, il sette volte iridato avendo concluso il pomeriggio un posto più in basso di quello che aveva iniziato. Ha ammesso che semplicemente non avrebbe potuto fare di più, con il suo team Mercedes che si aspettava un momento altrettanto difficile nel Gran Premio di domenica.

LEGGI ANCHE: ‘Non c’è niente che posso fare’ – Hamilton abbattuto dopo aver perso posizione a Imola Sprint


15-STR.jpg

Lance Stroll ha fatto del suo meglio per fare pressione su Hamilton, ma non è riuscito a trovare un modo per superare la Mercedes in un pomeriggio in gran parte tranquillo per il pilota dell’Aston Martin.

LEGGI DI PIÙ: Vettel sostiene che “lo spirito è ininterrotto” del team nonostante l’inizio del 2022 senza senso dell’Aston Martin


16-oco.jpg

Il duro lavoro di Esteban Ocon è stato svolto al primo giro, il francese ha guadagnato una posizione nella corsa alla curva 1 e poi due posizioni quando Pierre Gasly e Zhou Guanyu si sono scontrati. Inizierà la gara di domenica dal 16.


17-GAS.jpg

Una collisione al primo giro con Zhou ha messo fine alle speranze di Pierre Gasly di un buon risultato. Il pilota AlphaTauri è rientrato ai box per le gomme fresche e un muso nuovo – e mentre ha staccato con facilità le due Williams, il 17° – da dove era partito – è stato il massimo che poteva fare.

GUARDA: Zhou cade al via dello Sprint in Emilia Romagna


18-alb.jpg

Alex Albon ha guadagnato un paio di posizioni sabato pomeriggio, ma le difficoltà della Williams con le gomme morbide gli hanno impedito di avere il ritmo per fare ulteriori progressi. Mentre spingeva più forte, ha danneggiato le gomme ed è diventato quello che ha descritto come un “circolo vizioso”.

LEGGI DI PIÙ: La lunga strada di Alex Albon per tornare alla F1 e perché crede che la Williams abbia le carte in regola per migliorare


19-LAT.jpg

Le lotte di Nicholas Latifi con le nuove vetture del 2022 sono continuate nella F1 Sprint, al canadese semplicemente mancando il ritmo per competere e ha concluso con un modesto 19°, un posto in meno rispetto al suo posto di partenza.


20-ZHOU.jpg

Zhou Guanyu ha avuto il peggior pomeriggio di tutti nella F1 Sprint, il pilota cinese è stato taggato da Gasly mentre correva fianco a fianco alla curva 9 finendo contro il muro. L’impatto ha causato danni ingenti, il che significa una lunga notte davanti ai suoi meccanici Alfa Romeo.

Sprint Highlights: Gran Premio dell’Emilia Romagna

Leave a Comment