Celtics contro Bucks: Jayson Tatum, Giannis Antetokounmpo si sfidano colpo per colpo in un incontro dei pesi massimi per secoli

Giannis Antetokounmpo e Jayson Tatum ci hanno regalato un incontro dei pesi massimi per secoli venerdì, combinando per 90 punti su 62 colpi. I Celtics di Tatum hanno ottenuto la vittoria, mandando questa serie in gara 7 domenica.

Si è trattato di aiutare. Tatum, che ha chiuso con 46 punti su 17 su 32, ha ottenuto di più. Jaylen Brown e Marcus Smart si sono uniti per 43 punti su nove da 3 punti, ed entrambi hanno segnato 3 punti cruciali lungo il tratto. Il massimo supporto ottenuto da Antetokounmpo è stato di 17 punti abbastanza silenziosi e inefficienti da Jrue Holiday. Al di fuori dei 14 di Pat Connaughton dalla panchina, nessun altro Buck ha segnato più di sei punti.

Tatum ha preso in mano la situazione nel tratto cruciale del gioco. I Bucks avevano ridotto a quattro un vantaggio di Boston di 14 punti con poco più di otto minuti da giocare su Giannis 3 dalla cima della chiave. L’edificio era in fiamme. I Celtics lo erano appena in procinto di perdere la presa. Poi Tatum ha tirato fuori 10 dritti su alcuni dei maglioni più setosi che potresti disegnare.

Meno di tre minuti dopo, Boston ha il vantaggio di tornare a 11 ed era sicuro per il resto della strada. Brown l’ha definita una performance “firma” di Tatum, e ha ragione. Pensa alla storia dei Boston Celtics e Tatum ora è solo il secondo giocatore nella storia della franchigiaunendosi a Sam Jones, per pubblicare più partite di playoff da 45 punti.

Il 46 di Tatum è anche il secondo risultato più alto per un giocatore di Boston in una partita ad eliminazione, a pari merito con Paul Pierce. Tatum è anche uno dei soli cinque giocatori nella storia ad aver segnato più di 45 per forzare un gioco 7, unendosi a LeBron James, Wilt Chamberlain, Kawhi Leonard e Jamal Murray.

Boston, ovviamente oltre alla sua difesa, è diventata una contendente al titolo perché, in parte, Tatum ha attenuato la palla dell’eroe, ma i Celtics avevano bisogno di un eroe in gara 6 e lui si è fatto avanti. Venerdì è stato straordinariamente efficiente, ma come Giannis, anche questa era roba da scrivere.

Tatum ha effettuato 85 tiri nelle ultime tre partite. James Harden ha preso due tiri nella seconda metà della sconfitta di fine stagione di Philly giovedì. È entrato in Gara 6 sparando solo il 40 percento per la serie, ma non sarebbe uscito in silenzio. Non ha, e non ha, nessuna intenzione di schivare le luci brillanti.

Si spera sempre nell’efficienza, ma l’implacabilità di un grande marcatore è tanto apprezzata in momenti come questo. Giannis è allo stesso modo. Nessun altro aveva intenzione di Milwaukee, quindi ha abbassato la testa, letteralmente, e ha segnato 44 per i Bucks su 30 colpi. Ha aggiunto 20 rimbalzi per unirsi a Shaquille O’Neal come l’unico giocatore in questo secolo ad aver scritto una partita 40-20 nei playoff. Metti i suoi sei assist e rimane solo.

Ero davvero in ritardo rispetto al carrozzone di Giannis. Ero, e rimarrò per sempre, scettico nei confronti dei giocatori che non possono tirare e devono forzare la loro strada verso il bordo (sì, sono consapevole che Giannis è migliorato notevolmente come tiratore a medio raggio anche come tiratore da 3 punti, anche se i numeri sono piuttosto negativi per quanto riguarda quest’ultimo). Obbiettivo forza è il termine operativo qui.

L’assoluto rifiuto di Antetokounmpo di essere negato, la sua disponibilità a flirtare con, e spesso a commettere, cariche e palle perse fuori controllo precipitando in discesa di volta in volta, la sua incessante ricerca di rimbalzi offensivi, appendendosi a lui mentre afferra i suoi corpi manca e torna subito indietro, è onestamente estenuante da guardare. Ma non si esaurisce mai. Non smette mai di venire. Harden una volta ha detto che Giannis non aveva alcuna abilità, e che io sia dannato se una parte di me non fosse d’accordo per ignoranza, ma sono qui per dirtelo, un motore come questo su un corpo del genere, non è solo un’abilità, è un superpotere.

I secchi di Tatum sono più belli. Gli Antetokounmpo sono inevitabili. Per questo motivo, voglio dare ai Bucks un leggero vantaggio in Gara 7, nonostante il vantaggio sul campo di casa di Boston. Giannis si avvicinerà a 40. Ci scommetterei quasi tutto. Tatum, tuttavia, ha un aiuto offensivo più affidabile in Brown e Smart e scommetterei anche su una grande partita di Al Horford. L’assenza di Khris Middleton si può davvero sentire nella creazione individuale a metà campo di un gioco 7 teso.

Comunque funziona, che rissa tra due dei migliori giocatori del gioco abbiamo avuto venerdì. Data la mentalità di questi ragazzi, non sarei affatto sorpreso se domenica avessimo un seguito.

Leave a Comment