Carenza di filiera: Biden annuncia nuovi investimenti nella produzione mineraria

Gli investimenti, che sono l’ultimo passo che l’amministrazione sta compiendo nelle persistenti sfide della catena di approvvigionamento che hanno afflitto Biden da quando è entrato in carica, arrivano un anno dopo che ha firmato un’azione esecutiva che ordina una revisione completa delle vulnerabilità della catena di approvvigionamento.

“Oggi annunciamo un importante investimento nella produzione interna di minerali e materiali chiave”, ha detto Biden a un evento della Casa Bianca. “La Cina controlla la maggior parte del mercato globale di questi minerali e il fatto (è) che non possiamo costruire un futuro made in America se noi stessi dipendiamo dalla Cina per i materiali che alimentano i prodotti di oggi e di domani. E questo non è anti-cinese o contrario a nient’altro. È filo-americano”.

Il presidente ha annunciato un finanziamento di 35 milioni di dollari alla società mineraria MP Materials con sede in Nevada dal programma di analisi e sostegno della base industriale del Dipartimento della Difesa per separare ed elaborare materiali in una struttura di Mountain Pass, in California. L’investimento consentirà a MP Materials di stabilire una catena di fornitura interna completa di magneti permanenti, creando più di 350 posti di lavoro entro il 2024 e aumentando la capacità competitiva della nazione con la Cina, che attualmente è responsabile dell’87% del mercato globale dei magneti permanenti , secondo l’amministrazione.

Inoltre, Berkshire Hathaway Energy Renewables e Redwood Materials hanno annunciato nuovi investimenti in strutture per estrarre e prolungare, rispettivamente, la vita dei materiali al litio, che sono cruciali nella produzione della tecnologia delle batterie.

Biden ha affermato che gli Stati Uniti hanno bisogno di una catena di approvvigionamento che sia “affidabile” e includa “materiali critici come litio, grafite e terre rare, che sono assolutamente necessari per così tanti prodotti americani”. Ha aggiunto che “finora abbiamo dovuto importarne una parte significativa, quasi il 100% dell’importazione, da altri paesi, in particolare Cina, Australia e Cile”.

“Abbiamo visto cosa succede quando diventiamo dipendenti da altri paesi per beni essenziali, come i chip per computer. Tutti ne sono diventati consapevoli, perché i chip per computer sono estremamente necessari”, ha affermato il presidente. “Perché il costo di un’automobile è salito alle stelle ed è diventato circa un terzo della ragione di un aumento dell’inflazione? È perché non avevano i chip del computer. Non puoi costruire un’automobile oggi senza quei chip”.

Il governatore democratico della California Gavin Newsom, la climatica nazionale Gina McCarthy, il vicesegretario alla Difesa Kathleen Hicks e il segretario all’energia Jennifer Granholm hanno partecipato all’annuncio di martedì.

“Pensiamo che sia grande. Non vogliamo sottovalutarlo. Inoltre non vogliamo sopravvalutarlo”, ha detto Newsom a Biden. “Stiamo ancora facendo molta della due diligence, ma se è così grande come sembra, questo è un punto di svolta in termini di nostri sforzi per passare a basse emissioni di carbonio, crescita verde e cambiare radicalmente il modo in cui produciamo e consumare energia. E questo è un momento cruciale nella storia che stai facendo, non solo qui oggi, ma anche per il lavoro che hai svolto l’anno scorso”.

L’amministrazione doveva anche annunciare un finanziamento di 140 milioni di dollari dalla legge bipartisan sulle infrastrutture per recuperare minerali rari dalle ceneri di carbone e altri rifiuti minerari, uno sforzo di sostenibilità che i progetti dell’amministrazione ridurranno la necessità di nuove attività minerarie proteggendo al contempo i posti di lavoro nel settore manifatturiero nel settore del carbone.

Secondo la Casa Bianca, la legge sulle infrastrutture dirige anche 3 miliardi di dollari in finanziamenti per la raffinazione degli impianti di riciclaggio di litio, cobalto, nichel e grafite e delle batterie.

L’annuncio di martedì è uno dei tanti che la Casa Bianca sta facendo questa settimana per i suoi sforzi per risolvere i problemi della catena di approvvigionamento, ha detto alla CNN un funzionario della Casa Bianca, mentre l’inflazione raggiunge livelli record e i prezzi dei beni di consumo salgono alle stelle. Questi annunci includono investimenti per modernizzare i porti, riparare i trasporti e aumentare la produzione nazionale.

Tra la crisi che si sta rapidamente sviluppando all’estero con l’escalation delle azioni della Russia in Ucraina, insieme alle ansie del mercato su cosa potrebbe significare il conflitto in corso per i prezzi del gas, i funzionari statunitensi stanno cercando di mantenere l’attenzione anche sul lavoro domestico per abbassare i prezzi per le famiglie americane e risolvere alcuni dei problemi i problemi della catena di approvvigionamento globale innescati dalla pandemia di coronavirus.

Giovedì la Casa Bianca annuncerà nuove azioni per investire nella produzione americana, compresi i settori alimentare, energetico, dei trasporti e sanitario, per rafforzare la resilienza a lungo termine attraverso le catene di approvvigionamento critiche, ha affermato il funzionario.

Giovedì ricorre il primo anniversario dell’ordine esecutivo di Biden sulla riparazione delle catene di approvvigionamento americane e sette agenzie federali pubblicheranno sei rapporti individuali per “sottolineare l’approccio dell’intero governo dell’amministrazione al rafforzamento delle catene di approvvigionamento americane”, secondo il funzionario.

Mercoledì e venerdì ci saranno altri due annunci sulle catene di approvvigionamento relative alla legge bipartisan sulle infrastrutture, ha affermato il funzionario. Il funzionario non ha fornito dettagli su quali sarebbero stati esattamente quegli annunci.

“Facendo investimenti storici nei nostri porti e nelle infrastrutture della catena di approvvigionamento qui a casa, possiamo accelerare il movimento delle merci e ridurre i costi per il popolo americano”, ha detto il funzionario alla CNN.

Questa storia è stata aggiornata con le osservazioni del presidente Joe Biden.

.

Leave a Comment