Cardinali per promuovere Nolan Gorman, Matthew Liberatore; Tyler O’Neill a IL

C’è un cambiamento importante nel roster a St. Louis, dato che i Cardinals sono pronti ad accogliere due delle migliori prospettive del gioco nei grandi campionati nei prossimi giorni. Come riportato per la prima volta da Derrick Goold del St. Louis Post-Dispatch (Twitter collegamenti), la squadra ha promosso entrambi Nolan Gorman e Matteo Liberatore per la serie di questo fine settimana contro i Pirati. Katie Woo dell’Atletica twittare quell’esterno Tyler O’Neill è diretto alla lista degli infortunati da 10 giorni a causa di un conflitto alla spalla destra in una corrispondente mossa del roster.

Secondo Goold, Gorman sarà nella formazione titolare di domani in seconda base. Questo è considerato il suo ruolo principale andando avanti, con Gold Glove come seconda base Tommy Edman preso a calci dall’altra parte della borsa. Edman è stato eccellente in questa stagione, ma i Cards non hanno ottenuto molta produzione dai loro shortstop. Paul De Jong ha lottato abbastanza che la squadra lo ha opzionato per Triple-A Memphis la scorsa settimana, apparentemente ponendo le basi per un’imminente promozione Gorman.

Questo non vuol dire che i Cardinals abbiano promosso frettolosamente Gorman per compensare le lotte a livello di major league, tutt’altro. Il battitore mancino si è fatto strada verso le major con un’incredibile prestazione a Memphis. Oltre 147 apparizioni di targa, sta colpendo .308/.367/.677 con 15 sbalorditivi fuoricampo. Nessun altro battitore Triple-A ha più di 13 round trippers e solo i Cubs Roberto Garcia ha una percentuale di colpi più alta nella International League.

La produzione di Gorman non è stata del tutto priva di problemi, poiché è caduto in sciopero 50 volte. Questa è una clip del 34%, un tasso allarmante per qualsiasi leghista minore considerando la maggiore qualità del lancio che dovrà affrontare nelle major. Alla fine, tuttavia, la produzione di energia di Gorman divenne troppo per essere ignorata dal front office di St. Louis.

È stato un debutto tanto atteso per i fan dei Cardinals, che hanno anticipato l’arrivo di Gorman da quando è stato selezionato con la diciannovesima scelta nel draft 2018 da una scuola superiore dell’Arizona. Considerato un dilettante di terza base potente, ha più o meno soddisfatto quelle aspettative mentre era nelle minori. Gorman ha costantemente pubblicato enormi numeri di base extra durante l’esecuzione di totali di strikeout elevati. I potenziali valutatori hanno sollevato alcune preoccupazioni sulla quantità di swing-and-miss nel suo gioco, ma sono stati unanimemente espansivi nel lodare il suo potere al rialzo.

Ciascuno dei FanGraphs, Kiley McDaniel di ESPN, Keith Law di Athletic e Baseball America ha inserito Gorman tra i primi 60 potenziali clienti della scorsa offseason. (Law e McDaniel lo hanno entrambi inserito tra i primi 20). Questo era prima della raffica di fuoricampo di questa stagione, che solo secondo le cifre ha alzato ulteriormente il profilo del 22enne. Gorman ha dato un calcio alla chiave di volta nelle minori con Nolan Arenado trincerato in terza base. Non è considerato un difensore d’élite e sarà sicuramente un downgrade da Edman, ma la speranza è che le sue capacità offensive compenseranno più che compensare eventuali problemi dall’altra parte della palla.

Per non essere eclissato, il compagno di leva di Gorman farà il suo debutto in major league il giorno dopo. Liberatore è pronto per iniziare la partita di sabato contro i Bucs, ha confermato ai giornalisti il ​​tecnico Oliver Marmol (woo link). Lo skipper ha detto che è ancora da stabilire se ci sarà più di un punto di partenza per il mancino di 22 anni. In ogni caso, il fatto che Liberatore sia ora schierato per le major suggerisce che è saldamente nella tabella di profondità della rotazione organizzativa.

Per coincidenza, Liberatore è stato anche un reclutato al primo turno da un liceo della zona di Phoenix lo stesso anno di Gorman, ei due sono amici fin dall’infanzia. Visto come uno dei migliori bracci di preparazione nella classe di quell’anno, è caduto ai Rays al 16° posto assoluto a causa delle preoccupazioni per il suo bonus di firma, che alla fine è arrivato a poco meno di $ 3,5 milioni. Mentre la palla veloce di Liberatore si trovava negli anni ’90, ha elogiato le sue offerte secondarie, in particolare una palla curva che i valutatori considerano il suo miglior campo. Ha lanciato bene per la sua prima stagione in più nei livelli inferiori del sistema agricolo di Tampa Bay, poi è stato coinvolto in un blockbuster di gennaio 2020 che ha inviato Randy Arozarena ritorno a Tampa Bay.

L’annullamento della stagione di lega minore 2020 ha impedito a Liberatore di fare il suo debutto ufficiale nei Cardinals fino allo scorso anno. L’organizzazione lo ha spinto direttamente a Memphis per la sua campagna all’età di 21 anni e ha tenuto testa, lanciando 124 2/3 inning di 4,04 ERA ball con un solido tasso di strikeout del 23,7% e un’eccellente percentuale di camminata del 6,3%. St. Louis lo ha assegnato lì per aprire questa stagione, e ha fatto passi da gigante da una prospettiva altalenante. L’ERA e il tasso di camminata di Liberatore sono in linea con i suoi punteggi del 2021, ma ha migliorato il suo tasso di strikeout di quasi cinque punti durante le sue prime sette partenze.

Liberatore è anche considerato dalla maggior parte dei valutatori come uno dei 100 migliori talenti della lega minore. Non è visto come un futuro asso, ma tra il suo eccellente controllo e il suo arsenale a tutto tondo, è unanimemente visto come un possibile sostenitore della rotazione. Non è chiaro se i Cardinals lo inseriscano immediatamente in quel ruolo, ma sembra probabile che presto prenderà la palla ogni cinque giorni a St. Louis.

Né Gorman né Liberatore accumuleranno abbastanza tempo di servizio nella Major League quest’anno per raggiungere la soglia di un anno. Anche se entrambi i giocatori sono nelle major per sempre, nessuno dei due sarà idoneo per la free agency almeno fino a dopo la campagna del 2028. Entrambi i giocatori sono in una buona posizione per raggiungere l’arbitrato anticipato come qualificazioni alla Super Due dopo la stagione 2024, anche se ciò dipende dal rimanere nei grandi campionati da qui in poi. Nel caso di Liberatore, in particolare, sembra che siano ancora possibili futuri incarichi facoltativi.

Le carte hanno Adam Wainwright, steven matz, dakota hudson, Miles Mikolas e Giordano Hicks come loro primi cinque primari al momento. Wainwright e Mikolas sono stati eccellenti. Matz ha lottato ma non sarà spostato dalla rotazione di due mesi a un contratto di quattro anni. Hudson non ha grandi strikeout e segni di camminata, ma sta guidando la sua produzione di palla a terra tipicamente d’élite verso risultati decenti. Questo è più o meno vero anche per Hicks, che si è allungato nella rotazione dopo alcuni anni come braccio di bullpen ad alta leva.

Naturalmente, il St. Louis è stato senza dubbio il miglior lanciatore per l’intera stagione. Jack Flaherty non ha lanciato un lancio a causa di un problema alla spalla che ha richiesto un’iniezione di plasma ricco di piastrine. È stato nella lista degli infortunati da 10 giorni tutto l’anno e il club ha annunciato di essere stato trasferito all’IL da 60 giorni per liberare spazio per Gorman nella rosa di 40 uomini.

Questa è solo una mossa procedurale che tiene fuori Flaherty per due mesi dal giorno di apertura. Il 26enne deve ancora iniziare un incarico di riabilitazione nella lega minore e sicuramente non sarebbe stato comunque pronto per fare un ritorno in MLB prima della prima settimana di giugno. Flaherty è recentemente passato alle sessioni di lancio di bullpen, quindi sembra ragionevole che possa giocare a partite di lega minore entro poche settimane.

Il club dovrà anche creare un posto nella rosa di 40 uomini per Liberatore, con quella transazione che avverrà prima della gara di sabato. A parte Flaherty, St. Louis non ha candidati ovvi per un trasferimento IL di 60 giorni, quindi sembra probabile che qualcuno sarà designato per l’incarico entro i prossimi due giorni.

L’unico aspetto deludente delle notizie di oggi è che O’Neill è diretto all’IL. Ha perso gli ultimi due giorni a combattere il disagio alla spalla che ora gli costerà almeno una settimana e mezza. La squadra non ha fornito indicazioni se sta affrontando un’assenza più lunga del minimo stint.

Quindi continua un inizio anno difficile per O’Neill, che è solo una stagione rimossa dall’ottavo posto nella votazione di MVP della NL. Il 26enne ha segnato solo .195/.256/.297 con un paio di fuoricampo su 133 presenze in targa, per nulla vicino ai 34 homer che ha messo in campo la scorsa stagione. O’Neill, che ha anche perso la sua udienza arbitrale la scorsa settimana, cercherà di tornare in pista ogni volta che sarà abbastanza sano da fare il suo ritorno.

Immagini per gentile concessione di USA Today Sports.

.

Leave a Comment