Cain Velasquez ha negato la libertà su cauzione per la seconda volta nel caso di tentato omicidio

L’ex campione dei pesi massimi UFC Cain Velasquez è stato nuovamente negato la libertà su cauzione lunedì nel suo caso di tentato omicidio in un’udienza di mozione nella contea di Santa Clara (California), secondo il tribunale.

Il giudice Shelyna Brown ha deciso di non concedere la cauzione a Velasquez per la seconda volta, citando lo “sconsiderato disprezzo di Velasquez per la vita umana”. Brown ha negato per la prima volta la libertà su cauzione di Velasquez il 7 marzo, quando ha definito le azioni di Velasquez “estrema incoscienza”.

Il grande UFC in pensione è in custodia dal 1 febbraio. 28 arresti. Velasquez ha un’udienza di patteggiamento fissata per il 10 giugno. L’avvocato di Velasquez, Mark Geragos, ha affermato che potrebbe esserci un’udienza preliminare, probabile causa nel caso a giugno o luglio, a seguito dell’udienza di patteggiamento.

Velasquez è accusato di tentato omicidio e altre 10 accuse legate alle armi. Potrebbe affrontare 20 o più anni di carcere se condannato.

Velasquez, 39 anni, avrebbe inseguito un uomo – Harry Eugene Goularte, accusato di aver molestato un giovane parente di Velasquez – e sparato con una pistola contro il veicolo di Goularte, dal procuratore distrettuale della contea di Santa Clara. Il patrigno di Goularte, Paul Bender, era nel veicolo ed è stato colpito da uno dei proiettili. Ha riportato ferite non mortali.

Geragos ha detto a ESPN di ritenere che la decisione di Brown di lunedì fosse “molto deludente”. Ha detto che crede che Velasquez sarà “rivendicato” se il caso andrà a una giuria di persone “benpensanti”.

“È particolarmente scandaloso quando ci si rende conto che l’accusato pedofilo e il suo patrigno, che non hanno fatto altro che proteggere [Goularte] all’asilo nido, sfilano come vittime”, ha detto Geragos.

“Se c’è un lato positivo, è che il giudice si rende conto che chiaramente abbiamo una difesa praticabile. Lo affermeremo e lo affermeremo con vigore”.

Bender ha parlato in videochiamata durante l’udienza lunedì e ha detto di aver subito un infortunio a un nervo della spalla e di non essere stato in grado di lavorare dopo la sparatoria.

Velasquez è accusato di aver seguito il camion di Goularte nel suo stesso veicolo in quello che il procuratore distrettuale ha descritto come un “inseguimento ad alta velocità di 11 miglia” attraverso San Jose. Velasquez avrebbe speronato il camion e gli avrebbe sparato più volte contro una pistola calibro 40. Nel camion c’era anche la madre di Goularte, Patricia.

Goularte, che non è rimasto ferito nella sparatoria, è accusato nella contea di Santa Clara di atto osceno o lascivo su un bambino di età inferiore ai 14 anni. Goularte ha un’udienza di patteggiamento prevista per il 6 giugno.

Goularte, 43 anni, è stato rilasciato dalla custodia il 12 febbraio. 25 senza cauzione, contro gli ordini del DA, per il DA. Gli è stato ordinato di rimanere in detenzione domiciliare, di rimanere a 100 metri di distanza da qualsiasi bambino di età inferiore ai 14 anni e di indossare un braccialetto di monitoraggio elettronico.

Il bambino, che ha meno di 10 anni, ha detto alla polizia il 12 febbraio. 24 che Goularte lo ha portato nel bagno di un asilo nido e ha toccato i genitali del bambino, secondo un atto del tribunale. Il bambino ha detto che Goularte ha detto di non dire a nessuno cosa è successo e che questo caso si era verificato potenzialmente “100 volte”.

Goularte ha negato l’illecito. Sua madre, Patricia, possiede l’asilo nido e Goularte vive nell’edificio in cui opera l’asilo nido.

.

Leave a Comment