Biden per incontrare il presidente polacco, visitare i rifugiati e pronunciare un “discorso importante” nell’ultimo giorno del viaggio in Europa

A Varsavia, Biden terrà un incontro bilaterale con il presidente polacco Andrzej Duda per discutere di come gli Stati Uniti e i loro alleati stanno rispondendo alla crisi dei rifugiati che è seguita a seguito della guerra e incontrerà i rifugiati ucraini. Prima di tornare a Washington, il presidente pronuncerà anche un discorso annunciato dalla Casa Bianca come un “discorso importante”.

Il discorso, ha detto venerdì in anteprima il responsabile della sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan, “parlerà della posta in gioco di questo momento, consiglierà l’urgenza della sfida che ci attende, cosa significa il conflitto in Ucraina per il mondo e perché è così importante che il mondo libero sostenga l’unità e la determinazione di fronte all’aggressione russa”.

L’oscillazione di più giorni di Biden attraverso l’Europa è iniziata a Bruxelles, dove ha conferito con i principali alleati degli Stati Uniti sulla risposta globale alla guerra. Il viaggio si concluderà in una nazione al confine con l’Ucraina, dove le questioni di sicurezza regionale e la crisi umanitaria in corso saranno al centro.
Durante i vertici rapidi a Bruxelles, Biden ha annunciato nuove sanzioni contro i membri del parlamento russo, ha rivelato l’intenzione degli Stati Uniti di accogliere 100.000 rifugiati in fuga dall’Ucraina e ha parlato con i leader su come risponderà il mondo se la Russia dispiegherà un’arma chimica, biologica o nucleare durante la guerra .

Venerdì, Biden ha anche annunciato una nuova iniziativa volta a privare il presidente russo Vladimir Putin dei profitti energetici europei che Biden afferma siano utilizzati per alimentare la guerra della Russia in Ucraina. E più tardi quel giorno, dopo il suo arrivo a circa 65 miglia dal confine tra Polonia e Ucraina, il Presidente ha incontrato gli operatori umanitari per ascoltare i loro resoconti sull’aver contribuito ad alleviare la crisi umanitaria e i membri dell’82a divisione aviotrasportata, che sono stati dispiegati lungo il confine orientale della NATO per scoraggiare la potenziale aggressione russa.

Biden ha detto venerdì ai membri del servizio: “Quello in cui sei impegnato è molto di più del fatto che possiamo o meno alleviare le sofferenze dell’Ucraina”.

“Siamo in una nuova fase, la vostra generazione. Siamo a un punto di svolta”, ha detto. E ha detto alle truppe che la loro missione era più che semplicemente inviare un messaggio alla Russia. Invece, ha detto, stavano agendo come un segnale per tutti gli autocrati del mondo.

Mentre Biden incontrerà i rifugiati a Varsavia, venerdì ha detto che avrebbe preferito vedere la crisi da una prospettiva ancora più ravvicinata.

“Non mi permetteranno – comprensibilmente, immagino – di attraversare il confine e dare un’occhiata a cosa sta succedendo in Ucraina”, ha detto. La Casa Bianca ha affermato di non aver esplorato una visita in Ucraina.

La visita al vicino occidentale dell’Ucraina arriva quando la Polonia, su più fronti, ha esortato gli Stati Uniti a fare di più nella guerra.

Ad esempio, Duda ha chiesto agli Stati Uniti di accelerare e semplificare le procedure che consentono agli ucraini con famiglia negli Stati Uniti di venire nel Paese.

Più di 3,5 milioni di rifugiati sono ora fuggiti dall’Ucraina, secondo i dati dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati diffusi martedì. La stragrande maggioranza di questi rifugiati è fuggita nei vicini occidentali dell’Ucraina in tutta Europa.

La Polonia, che confina con l’Ucraina a ovest, ha registrato più di 2 milioni di rifugiati ucraini che entrano nel paese, anche se non tutti i rifugiati che sono entrati in Polonia rimangono lì.

Inoltre, gli Stati Uniti hanno continuato a respingere la proposta della Polonia di facilitare il trasferimento dei suoi caccia MiG-29 in Ucraina. E il presidente polacco ha chiesto una posizione di difesa della NATO più permanente nel paese insieme a una forza internazionale di mantenimento della pace in Ucraina.

I funzionari statunitensi non si sono affezionati alla proposta di mantenimento della pace, suggerendo che potrebbe violare la linea rossa di Biden di tenere le truppe statunitensi fuori dal conflitto.

Durante l’incontro di venerdì con gli operatori umanitari, Duda ha affermato che la “presenza di Biden qui invia un grande segnale e una prova di unità: unità all’interno della NATO”.

Il presidente polacco ha aggiunto che la visita di Biden “dimostra un enorme sostegno e anche un grande significato attribuito dagli Stati Uniti alla stabilità e alla pace nel mondo, al ripristino della pace dove si verificano situazioni difficili in luoghi in cui qualcuno ricorre ad atti di aggressione contro altri democratici”. e nazioni libere, come sta accadendo oggi contro l’Ucraina, dove l’aggressione russa, sfortunatamente, sta avvenendo da un mese ormai”.

Kevin Liptak e Sam Fossum della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment