Biden includerà l’imposta minima sui miliardari nella proposta di bilancio

WASHINGTON — La Casa Bianca chiederà lunedì al Congresso di approvare una nuova tassa minima per i miliardari come parte di una proposta di bilancio intesa a rivitalizzare l’agenda interna del presidente Biden e ridurre il deficit.

La tassa richiederebbe che le famiglie americane con un valore superiore a $ 100 milioni paghino un’aliquota fiscale di almeno il 20% sul loro reddito pieno, nonché guadagni non realizzati nel valore delle loro attività liquide, come azioni, obbligazioni e contanti, che possono accumularsi valore per anni ma sono tassati solo al momento della vendita.

La proposta del signor Biden di imporre una tassa ai miliardari è la prima volta che chiede esplicitamente una tassa sul patrimonio. Mentre molti nel suo partito hanno sostenuto le tasse che prendono di mira la ricchezza di un individuo – non solo il reddito – il signor Biden si è ampiamente tenuto alla larga da tali proposte a favore dell’aumento dell’aliquota marginale massima dell’imposta sul reddito, imponendo una tassa più alta sulle plusvalenze e sulle proprietà e aumentare le tasse sulle società.

L'”imposta sul reddito minimo miliardario” si applicherebbe solo al centesimo dell’1% più ricco delle famiglie americane e oltre la metà delle entrate proverrebbe da quelle con un valore superiore a $ 1 miliardo. Coloro che già pagano più del 20 per cento non dovrebbero pagare alcuna tassa aggiuntiva, anche se quelli che pagano al di sotto di tale livello dovrebbero pagare la differenza tra l’aliquota fiscale attuale e la nuova aliquota del 20 per cento.

I pagamenti della tassa minima del signor Biden conterebbero anche per la tassa che i miliardari alla fine dovrebbero pagare sui redditi non realizzati da attività che vengono tassate solo quando vengono vendute per un profitto.

La proposta fiscale farà parte della richiesta di bilancio dell’amministrazione Biden per il prossimo anno fiscale, che la Casa Bianca prevede di rilasciare lunedì. In un documento che delinea la tassa minima, la Casa Bianca l’ha definita “un pagamento anticipato degli obblighi fiscali che queste famiglie dovranno quando in seguito realizzeranno i loro guadagni”.

“Questo approccio significa che gli americani più ricchi pagano le tasse mentre vanno, proprio come tutti gli altri”, afferma il documento.

Mentre l’amministrazione è alle prese con le preoccupazioni per l’aumento dell’inflazione, sabato la Casa Bianca ha anche pubblicato un documento separato in cui afferma che la proposta di bilancio del signor Biden taglierebbe i deficit federali di un totale di oltre 1 trilione di dollari nel prossimo decennio.

L’idea di imporre una tassa sul patrimonio ha preso piede da quando il signor Biden è stato eletto poiché i Democratici hanno cercato modi per finanziare la loro vasta agenda di politica sociale e climatica e garantire che gli americani più ricchi paghino la loro giusta quota.

La senatrice Elizabeth Warren, democratica del Massachusetts, e il senatore Ron Wyden, democratico dell’Oregon e presidente del comitato finanziario, hanno rilasciato l’anno scorso proposte separate che tasserebbero i più ricchi, anche se in modi diversi. La signora Warren aveva sostenuto l’idea di una tassa sul patrimonio nella sua campagna presidenziale fallita.

La decisione dell’amministrazione di chiedere un’imposta sul patrimonio riflette anche le realtà politiche su come finanziare l’agenda economica di Biden.

I democratici moderati, incluso il senatore Kyrsten Sinema dell’Arizona, si sono rifiutati di aumentare l’aliquota dell’imposta sulle società o di aumentare l’aliquota marginale massima dell’imposta sul reddito al 39,6% dal 37%, lasciando il partito con poche opzioni per aumentare le entrate.

Tuttavia, il senatore Joe Manchin III, democratico del West Virginia, ha smentito l’idea di tassare i miliardari dopo che la proposta del signor Wyden in tal senso è stata rilasciata, anche se da allora il signor Manchin ha suggerito di poter sostenere un qualche tipo di tassa per i miliardari.

Anche le questioni legali su una tale tassa abbondano, in particolare se una tassa sulla ricchezza – piuttosto che sul reddito – sia costituzionale. Se il Congresso approva una tassa sul patrimonio, si è ipotizzato che i ricchi americani potrebbero lanciare una sfida legale allo sforzo.

Leave a Comment