Biden elogia la determinazione degli ucraini dopo la visita ai rifugiati

VARSAVIA, Polonia (AP) — Il presidente Joe Biden sabato si è meravigliato dello spirito e della determinazione dei rifugiati ucraini all’indomani dell’invasione mortale della Russia mentre abbracciava madri e bambini e prometteva sostegno duraturo dalle potenze occidentali.

Biden, mentre si trovava nella capitale della Polonia, ha ascoltato attentamente mentre i bambini descrivevano la pericolosa fuga dalla vicina Ucraina con i loro genitori. Sorridendo ampiamente, sollevò una ragazza con un cappotto rosa e le disse che gli ricordava le sue nipoti. Il presidente ha tenuto per mano i genitori e li ha abbracciati durante la sosta in uno stadio di calcio dove i rifugiati si recano per ottenere un numero di identificazione polacco che dia loro accesso ai servizi sociali come l’assistenza sanitaria e le scuole,

Alcune delle donne e dei bambini hanno detto a Biden di essere fuggiti senza i loro mariti e padri, uomini in età da combattimento a cui era richiesto di rimanere indietro per aiutare la resistenza contro le forze che il presidente russo Vladimir Putin – “un macellaio”, nelle parole di Biden – ha inviato in Ucraina più di un mese fa.

“Quello che mi sorprende sempre è la profondità e la forza dello spirito umano”, ha detto Biden ai giornalisti dopo le sue conversazioni con i rifugiati allo stadio, che più recentemente era stato un ospedale da campo per i pazienti COVID-19. “Ognuno di quei bambini ha detto qualcosa del tipo: ‘Di’ una preghiera per mio padre o mio nonno o mio fratello che sta combattendo là fuori.’

Il presidente, che avrebbe dovuto tornare a Washington nel corso della giornata, ha cercato di sfruttare le sue ultime ore del suo viaggio in Europa rassicurando la Polonia sul fatto che gli Stati Uniti si sarebbero difesi da qualsiasi attacco della Russia, riconoscendo che l’alleato della NATO si era caricato del peso della crisi dei profughi dalla guerra.

Prima di lasciare la Polonia, Biden doveva tenere un discorso che dovrebbe concentrarsi sul difficile percorso da percorrere mentre gli alleati statunitensi e occidentali continuano ad assistere l’Ucraina e spingere la Russia a porre fine alla sua invasione.

“La tua libertà è nostra”, ha detto in precedenza Biden al presidente della Polonia, Andrzej Duda, facendo eco a uno dei motti non ufficiali di quel paese.

Miniatura del video di Youtube

Al Palazzo Presidenziale di Varsavia, i due leader hanno parlato del loro rispetto reciproco e degli obiettivi condivisi per porre fine all’invasione russa dell’Ucraina.

“Anche se i tempi sono molto difficili, oggi le relazioni polacco-americane stanno fiorendo”, ha detto Duda.

Più di 3,7 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina dall’inizio della guerra e più di 2,2 milioni di ucraini sono entrati in Polonia, anche se non è chiaro quanti siano rimasti lì e quanti siano partiti per altri paesi. All’inizio di questa settimana gli Stati Uniti hanno annunciato che avrebbero accolto fino a 100.000 rifugiati e Biden ha detto a Duda di aver capito che la Polonia si stava “assumendo una grande responsabilità, ma dovrebbe essere tutta responsabilità della NATO”.

Biden ha definito l’accordo di “difesa collettiva” della NATO un “impegno sacro” e ha affermato che l’unità dell’alleanza militare occidentale è della massima importanza.

“Sono fiducioso che Vladimir Putin contasse sulla divisione della NATO”, ha detto Biden. “Ma non è stato in grado di farlo. Siamo rimasti tutti insieme”.

La sicurezza europea sta affrontando la sua prova più seria dalla seconda guerra mondiale. I leader occidentali hanno passato la scorsa settimana a consultarsi sui piani di emergenza nel caso il conflitto si diffonda. L’invasione ha scosso la NATO da ogni compiacimento avrebbe potuto sentire e proiettare un’ombra oscura sull’Europa.

Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, ha affermato che il discorso di Biden delineerà “l’urgenza della sfida che ci attende” e “cosa significa il conflitto in Ucraina per il mondo e perché è così importante che il mondo libero rimanga unito e si risolva”. di fronte all’aggressione russa”.

Oltre all’incontro con Duda, Biden ha partecipato a un incontro di funzionari diplomatici e della difesa americani e ucraini per un aggiornamento sulla situazione militare, diplomatica e umanitaria dell’Ucraina.

Varsavia, una città di quasi 1,8 milioni di persone, è cresciuta di circa il 17% in un mese poiché i rifugiati sono arrivati ​​in gran numero in cerca di riparo.

Sebbene i polacchi abbiano finora accolto gli ucraini, gli sforzi umanitari sono in gran parte opera di volontari. Il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski ha avvertito che non è sostenibile e che i servizi sociali stanno cedendo.

Gli Stati Uniti hanno inviato denaro e forniture per aiutare lo sforzo dei rifugiati. Questa settimana, Biden ha annunciato 1 miliardo di dollari di aiuti aggiuntivi oltre all’accoglienza dei rifugiati.

Gli Stati Uniti e molti dei loro alleati hanno imposto molteplici round di sanzioni economiche e di altro tipo a individui, banche e altre entità russe nella speranza che l’effetto cumulativo nel tempo costringerà Putin a ritirare le sue truppe.

___

Gli autori dell’Associated Press Darlene Superville a Washington e Vanessa Gera e Monika Scislowska a Varsavia, in Polonia, hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment