Battesimi del sacerdote dell’Arizona ritenuti non validi per errore

PHOENIX (AP) — Il sacerdote era amato dai suoi parrocchiani — eppure per anni ha commesso un errore rituale di una sola parola, ripetutamente, che ha causato confusione e ansia a migliaia di cattolici nell’area di Phoenix, ora preoccupati di essere stati battezzati in modo improprio.

Sotto controllo sono i battesimi celebrati dal Rev. Andres Arango, che ha servito in Arizona per 16 anni. Funzionari cattolici stimano che ora si presume che migliaia di battesimi non siano validi perché ha usato una formulazione errata e affermano che le persone colpite potrebbero dover essere ribattezzate. Alcuni potrebbero sentirsi obbligati a ripetere altre cerimonie ecclesiastiche, incluso il matrimonio.

L’errore di Arango consisteva nel dire: “Ti battezziamo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”, quando avrebbe dovuto iniziare la frase dicendo: “Io ti battezzo”. La differenza è teologicamente crucialeil Vaticano ha stabilito nel 2020, perché non è il “noi” della congregazione che battezza, ma l’“io” di Gesù Cristo, che opera attraverso il sacerdote.

Arango ha prestato servizio in tre parrocchie nella metropolitana di Phoenix dal settembre 2005 fino alle sue dimissioni il 12 febbraio. 1, da ultimo a St. Gregory, dove i parrocchiani gli hanno attribuito il merito di aver annullato un preoccupante calo dei membri.

“Senza la sua sincera gentilezza, cura, preoccupazione e guida, fisicamente e spiritualmente, la nostra chiesa e la nostra scuola sarebbero inesistenti”, ha detto Mona Shelley, un membro della parrocchia a vita. Ha detto che Arango era tornato in chiesa diverse volte dopo le sue dimissioni per eseguire ribattesimi con la formulazione corretta.

La collega parrocchiana Christina Moishe Collins, che è anche cantore a St. Gregory, ha detto che Arango ha ricevuto una standing ovation dopo il suo ultimo servizio lì, e la gente ha aspettato fuori con striscioni per ringraziarlo e mostrare sostegno.

“Non lo vedo fare questo con malizia in alcun modo”, ha detto. “Padre Andres è un sacerdote straordinario e potrebbe aver commesso un errore, ma ciò non cambia il fatto che si preoccupa davvero dei suoi parrocchiani e vive davvero la sua fede”.

Anche una parrocchiana direttamente colpita da un battesimo fallito, Eliana Najera, ha detto di essere grata ad Arango per il suo ministero e desidera che possa tornare. La figlia di 13 anni di Najera, Alysson, è stata battezzata da Arango in un’altra chiesa e sarà ribattezzata a San Gregorio la prossima settimana.

“Come madre mi sento male perché in tutti questi anni le ho permesso di ricevere la Comunione”, ha detto Najera, riferendosi a un altro sacramento che richiede che il destinatario sia prima battezzato. “Ho più domande che risposte”.

La diocesi di Phoenix sta cercando di identificare le persone battezzate da Arango. Ha creato una sezione FAQ sul suo sito web per affrontare le questioni relative ai battesimi falliti e ha creato un modulo che le persone devono compilare per iniziare il processo di ribattezzarsi.

Il Vaticano nel giugno 2020 ha emesso la guida dichiarando che la formula “Noi” non era valida e che chiunque fosse stato battezzato utilizzandola doveva essere ribattezzato utilizzando la formula corretta. La Santa Sede ha detto che si stava attivando perché alcuni sacerdoti senza nome stavano usando la formula “Noi” per rendere il battesimo più un affare comunitario che coinvolge genitori, padrini e la comunità nell’accogliere un nuovo membro nella chiesa.

In una nota sul sito web della diocesi di Phoenix, Arango ha scritto: “Mi rattrista apprendere di aver eseguito battesimi non validi durante tutto il mio ministero di sacerdote utilizzando regolarmente una formula errata. Mi rammarico profondamente del mio errore e di come questo abbia colpito numerose persone nella vostra parrocchia e altrove”.

Ci sono stati casi simili altrove in passato.

A Detroit, i funzionari della chiesa nel 2020 hanno affermato che un diacono ha usato parole sbagliate mentre battezzava le persone dal 1986 al 1999.

La conseguenza più drammatica in quel caso coinvolse il Rev. Matthew Hood, che da ragazzo è stato battezzato dal diacono e in seguito è diventato sacerdote: poiché il suo battesimo non era valido, lo è stata anche la sua ordinazione nel 2017. Hood ha scoperto l’errore mentre guardava un video del suo battesimo d’infanzia, ha detto l’arcidiocesi locale.

L’arcidiocesi ha affermato che i matrimoni celebrati da Hood potrebbero non essere validi e ha esortato le coppie a parlare con il loro pastore il prima possibile “in modo da poter adottare qualsiasi misura per porre rimedio al proprio stato civile nella chiesa, se necessario”.

Hood fu battezzato di nuovo e ordinato sacerdote una seconda volta.

Sempre nel 2020, in Oklahoma, un nuovo sacerdote, il Rev. Zachary Boazman, apprese che il suo battesimo non era valido. L’arcivescovo di Oklahoma City Paul Coakley ha successivamente convalidato i matrimoni celebrati da Boazman, che è stato battezzato e ordinato di nuovo.

Katie Burke, portavoce della diocesi di Phoenix, ha affermato che i cattolici di base hanno portato la questione dei battesimi di Arango all’attenzione della chiesa.

“Probabilmente, le persone che l’hanno sentito accadere a Phoenix erano a conoscenza di queste altre storie e quindi sapevano che il fraseggio non era corretto”, ha detto Burke.

Burke ha detto che la diocesi non era a conoscenza di seminaristi, diaconi o sacerdoti che erano stati battezzati in modo improprio da Arango.

In una petizione alla diocesi di Phoenix, i parrocchiani hanno chiesto una riunione del municipio presso la chiesa per ascoltare le loro opinioni sulla rimozione del sacerdote e chiedere risposte alla decisione della diocesi di invalidare migliaia di sacramenti. La petizione includeva anche un foglio di calcolo con centinaia di esempi di come Arango abbia avuto un impatto positivo sulle loro vite.

Prima di servire a St. Gregory, Arango è stato parroco nella chiesa cattolica di San Girolamo a Phoenix e nella parrocchia cattolica romana di Sant’Anna nella vicina Gilbert. In precedenza, ha servito a San Diego e in Brasile.

Andrea Reyes, parrocchiano di St. Gregory da sempre, è diventato amico di Arango durante un viaggio in chiesa in Israele nel 2017 e si è mantenuto in contatto da quando si è dimesso.

“In pratica ha detto che questa è una situazione davvero unica e capisce di aver commesso un errore”, ha detto. “Ero tipo, ‘Ci manchi così tanto.’ E lui era tipo, ‘Sì, anche voi ragazzi mi mancate.’ Sento che è un po’ addolorato per questo, così come lo siamo noi come comunità”.

Un altro parrocchiano, Johnny Martinez Jr., ha detto che lui e 20 membri della famiglia hanno avviato una chat di gruppo in cui hanno discusso se qualcuno di loro fosse stato colpito dai battesimi falliti. Martinez ha trovato vecchie foto che confermano che i suoi due figli non sono stati battezzati da Arango, ma ha detto di aver interagito più volte con il sacerdote.

Ha elogiato Arango per la sua gentilezza e diligenza, ma ha detto che le dimissioni erano la cosa giusta da fare.

“Abbiamo tutti un lavoro da fare e tu devi farlo correttamente. In effetti, non è stato fatto correttamente”, ha detto Martinez. “Dobbiamo solo raccogliere i pezzi e partire da lì”.

Ma María Vázquez, il cui nipote di 6 anni è stato battezzato da Arango e che lo ritiene tuttora valido, ha inviato una lettera alla diocesi chiedendo la reintegrazione del sacerdote,

“Chiedo loro di raggiungere i loro cuori e perdonare”, ha detto Vázquez. “Ci sono stati sacerdoti che hanno fatto molto peggio e sono stati autorizzati a rimanere nelle loro chiese”.

___

Questa storia è stata corretta per mostrare che la figlia di Eliana Najera fu battezzata da Arango in un’altra chiesa, non in San Gregorio.

___

Dell’Orto riportato da Minneapolis e Henao da Princeton, New Jersey. Gli scrittori della Associated Press Ed White a Detroit, Terry Tang a Phoenix e Nicole Winfield a Roma hanno contribuito a questo rapporto.

___

La copertura religiosa dell’Associated Press riceve supporto attraverso la collaborazione dell’AP con The Conversation US, con il finanziamento di Lilly Endowment Inc. L’AP è l’unico responsabile di questo contenuto.

.

Leave a Comment