Bambini della Florida trovati morti dopo 911 chiamate di riaggancio; mamma accusata

La polizia di Miami ha arrestato una donna di 41 anni per la morte dei suoi due figli, di 3 e 5 anni, dopo che gli agenti hanno risposto a ripetute chiamate di emergenza dal suo appartamento dove hanno trovato i loro corpi legati. La polizia dice che Odette Lysse Joassaint ha detto agli agenti “Venite a prenderli, non li voglio più” quando sono arrivati ​​all’appartamento martedì sera. Gli agenti hanno trovato il bambino di 3 anni e la bambina di 5 anni su un letto, dove erano legati braccia, gambe e collo. Hanno cercato di rianimare i bambini fino all’arrivo di una squadra dei vigili del fuoco di Miami che li ha dichiarati morti. La donna è stata accusata di due capi di omicidio. “Ufficiali individuati per scoprire cosa stava succedendo quando hanno trovato una donna che sembrava arrabbiata o in crisi. Gli agenti hanno guardato all’interno dell’appartamento, da dove provenivano le chiamate e hanno osservato due bambini minorenni che sembravano non reagire. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno dichiarato che entrambi i bambini sono morti”, ha detto Vega al WSVN. Una donna che si è identificata come la madrina dei bambini ha detto al WSVN che la donna ha problemi di salute mentale. Ha detto che stava implorando di adottare i bambini. Mercoledì mattina, un uomo che ha detto di essere il padre dei bambini, ha detto alla CBS Miami di non sapere perché Joassaint avrebbe ucciso i loro figli. Ha mostrato le foto dei bambini. «Non posso parlarti», disse. “Me l’ha detto la polizia, la polizia mi ha parlato in casa ma non so cosa dire”. La polizia ha confermato di aver risposto più volte alla residenza di Joassaint nell’ultimo anno per disordini e questioni domestiche. Un’amica di famiglia ha detto al WSVN di essere sotto shock. “Erano piccoli bambini dolci e felici”, ha detto Darlene Petion. “Amo questi ragazzi così tanto. Non posso credere che lo faccia perché le parlo sempre, come si prende cura dei bambini, sai, non posso credere che lo faccia.

La polizia di Miami ha arrestato una donna di 41 anni per la morte dei suoi due figli, di 3 e 5 anni, dopo che gli agenti hanno risposto a ripetute chiamate di emergenza dal suo appartamento dove hanno trovato i loro corpi legati.

La polizia dice che Odette Lysse Joassaint ha detto agli agenti “Venite a prenderli, non li voglio più” quando sono arrivati ​​all’appartamento martedì sera.

Gli agenti hanno trovato il bambino di 3 anni e la bambina di 5 anni su un letto, dove erano legati braccia, gambe e collo.

Hanno cercato di rianimare i bambini fino all’arrivo di una squadra di soccorso antincendio di Miami che li ha dichiarati morti.

La donna è stata accusata di due capi di omicidio.

“Gli agenti si sono trovati per scoprire cosa stava succedendo quando hanno trovato una donna che sembrava essere arrabbiata o in crisi. Gli agenti hanno guardato all’interno dell’appartamento, da dove provenivano le chiamate e hanno osservato due bambini minorenni che sembravano non rispondere. I vigili del fuoco sono stati chiamati sul posto e hanno dichiarato che entrambi i bambini erano morti”, ha detto Vega al WSVN.

Una donna che si è identificata come la madrina dei bambini ha detto al WSVN che la donna ha problemi di salute mentale. Ha detto che stava implorando di adottare i bambini.

Mercoledì mattina, un uomo che ha detto di essere il padre dei bambini, ha detto alla CBS Miami di non sapere perché Joassaint avrebbe ucciso i loro figli.

Ha mostrato le foto dei bambini.

«Non posso parlarti», disse. “Me l’ha detto la polizia, la polizia mi ha parlato in casa ma non so cosa dire”.

La polizia ha confermato di aver risposto alla residenza di Joassaint numerose volte nell’ultimo anno per disordini e questioni domestiche.

Un’amica di famiglia ha detto al WSVN di essere sotto shock.

“Erano piccoli bambini dolci e felici”, ha detto Darlene Petion. “Amo questi ragazzi così tanto. Non posso credere che lo faccia perché le parlo sempre, come si prende cura dei bambini, sai, non posso credere che lo faccia.

.

Leave a Comment