Azioni, guadagni e notizie economiche: aggiornamenti in tempo reale

Martedì le azioni sono aumentate e i prezzi del petrolio sono scesi, dopo che la Russia ha fatto un passo indietro rispetto alla situazione di stallo militare sull’Ucraina, attenuando le preoccupazioni per le interruzioni delle forniture energetiche globali.

L’S&P 500 è salito di circa l’1,2%, rimbalzando da un calo di oltre il 4% nei tre giorni precedenti. Anche le azioni in Europa sono aumentate, con lo Stoxx Europe 600 in rialzo dell’1,4%.

Le preoccupazioni per un potenziale conflitto, che sono aumentate da quando la Russia ha accumulato un gran numero di truppe al confine con l’Ucraina, sono state più evidenti nei mercati dell’energia. La Russia è uno dei maggiori produttori mondiali di petrolio e qualsiasi conflitto potrebbe interrompere la fornitura globale di petrolio, così come le esportazioni di gas naturale attraverso gli oleodotti ucraini che sfociano in Europa.

Martedì i prezzi dell’energia scendono, dopo che il ministero della Difesa russo ha dichiarato che avrebbe ritirato alcune truppe dal confine ucraino, ma ha aggiunto che alcuni militari gli esercizi continuavano. Il greggio Brent, lo standard internazionale, è sceso di oltre il 3% martedì, a circa $ 93,39 al barile. Il prezzo era salito sopra i 96 dollari al barile lunedì, il massimo dal 2014. Insieme ai prezzi del petrolio, anche le azioni delle compagnie energetiche sono crollate.

La crescente tensione in Europa si è aggiunta a un’atmosfera già nervosa a Wall Street causata dal rapido rialzo dei prezzi e dalla prospettiva di aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. La banca centrale si sta preparando ad aumentare i costi finanziari per combattere l’inflazione persistente, riducendo le politiche accomodanti che hanno spinto al rialzo i prezzi degli asset più rischiosi come le azioni per gran parte degli ultimi due anni. Letture di inflazione superiori alle attese hanno alimentato la speculazione secondo cui la Fed dovrà aumentare i tassi di interesse più frequentemente di quanto previsto in precedenza. Si prevede che la banca centrale comincerà ad aumentare i tassi a marzo, in occasione della prossima riunione politica della Fed.

Anche i rendimenti dei titoli di Stato sono oscillati negli ultimi giorni. Martedì, il rendimento dei buoni del Tesoro USA a 10 anni è aumentato di cinque punti base, o 0,05 punti percentuali, al 2,04%.

“Questo è solo l’inizio di un ciclo di rialzo della Fed e gli investitori dovrebbero aspettarsi che la volatilità dei tassi continui”, ha scritto Lauren Goodwin, economista e stratega di portafoglio presso New York Life Investments. “Se l’inflazione rimane troppo alta, la Fed non avrà altra scelta che aumentare più velocemente, ma sembra troppo presto perché abbia deciso che si sta muovendo in quella direzione”.

I due fattori su cui si concentrano gli investitori – Ucraina e inflazione – non sono completamente scollegati: l’aumento dei prezzi del petrolio ha contribuito in modo determinante all’inflazione globale. Sebbene martedì gli investitori abbiano ottenuto un piccolo recupero, gli analisti hanno affermato che le preoccupazioni che incombono su di loro potrebbero continuare a provocare grandi oscillazioni nei mercati finanziari nel prossimo futuro.

“La propensione al rischio è ancora guidata dai titoli delle notizie su Ucraina e Russia, e questo non cambierà per un po'”, ha affermato Edward Moya, analista di mercato senior di Oanda. “L’incertezza su quanto sarà aggressiva la Fed nei prossimi due incontri politici dovrebbe mantenere le azioni alquanto vulnerabili”.

C’erano anche altri fattori in gioco nel rally di martedì. Marriott International ha riferito che il suo profitto è salito a $ 468 milioni nei tre mesi terminati a dicembre, rispetto a una perdita di $ 164 milioni dell’anno prima. La società ha affermato che la variante Omicron del coronavirus ha causato una temporanea battuta d’arresto nella sua ripresa della domanda globale a gennaio, ma le nuove prenotazioni stanno rimbalzando ai livelli visti prima dell’emergere della variante.

La notizia ha aumentato le azioni di Marriott di oltre il 4%, mentre altre società di viaggi e tempo libero sono state tra le migliori performance dell’S&P 500. Carnival Corp. e Norwegian Cruise Line sono aumentate di quasi il 6% e anche le compagnie aeree sono aumentate. American Airlines e United sono aumentate ciascuna di oltre il 6%.

Le criptovalute, che sono rimaste volatili negli ultimi mesi, sono state scambiate in rialzo martedì, sollevando le azioni delle società legate al settore. Secondo CoinDesk, Bitcoin è aumentato di circa il 3% a $ 43.961,57. Coinbase, il più grande scambio di criptovalute negli Stati Uniti, è aumentato di circa il 5,3%. HIVE Blockchain Technologies è salita di oltre il 7%.

Leave a Comment