Alison Collins, Gabriela López e Faauuga Moliga sono state estromesse

Gli elettori di San Francisco hanno sostenuto in modo schiacciante la cacciata di tre membri del consiglio scolastico martedì nella prima elezione di richiamo della città in quasi 40 anni.

La decisione schiacciante significa che la presidente del consiglio Gabriela López e i membri Alison Collins e Faauuga Moliga saranno ufficialmente rimossi dall’incarico e sostituiti da nomine a sindaco 10 giorni dopo che l’elezione è stata ufficialmente accettata dal Consiglio dei supervisori.

È probabile che i nuovi membri del consiglio entreranno in carica a metà marzo. I tre erano gli unici membri del consiglio scolastico che avevano prestato servizio abbastanza a lungo da poter essere richiamati.

Il richiamo ha diviso la città nell’ultimo anno, con uno sforzo di base di genitori frustrati e membri della comunità che spingono per la rimozione degli amministratori a causa della lenta riapertura delle scuole durante la pandemia e l’attenzione del consiglio su questioni controverse come la ridenominazione di 44 siti scolastici e la fine del sistema di ammissione basato sul merito presso la Lowell High School.

Il supervisore Hillary Ronen ha detto di non essere sorpresa dai risultati.

“Abbiamo affrontato il momento più difficile della nostra intera vita come genitori e come studenti nelle scuole pubbliche e questo Board of Education si è concentrato su questioni che non riguardavano l’affrontare la crisi immediata del giorno, e non hanno mostrato alla leadership che era necessario e che i genitori avevano bisogno di sentire e che i bambini avevano bisogno di sentire”, ha detto Ronen.

Almeno un centinaio di sostenitori del richiamo si erano radunati nella stanza sul retro del Manny’s Cafe nel Mission District martedì sera.

“Questo è quello che succede quando si tenta di rinominare le scuole nel mezzo di una pandemia!” ha esclamato David Thompson alias “Gaybraham” Lincoln, un genitore di SFUSD vestito con abiti arcobaleno dalla testa ai piedi e scarpe con la zeppa torreggianti, che ha descritto la sua persona come una forma di protesta. “Volevamo mostrare la diversità della comunità dietro questo richiamo. Sapevo che avrebbero detto: “Oh, non è solo un gruppo di repubblicani?” e io sono tipo, sembro un repubblicano?”

Entro le prossime settimane, il sindaco London Breed dovrebbe nominare i sostituti per terminare il mandato dei commissari, che scadranno all’inizio di gennaio 2023. Per rimanere in carica, i sostituti dovrebbero candidarsi alle imminenti elezioni di novembre, ma avrebbero un vantaggio come incumbent.

“Gli elettori di questa città hanno trasmesso un chiaro messaggio che il consiglio scolastico deve concentrarsi soprattutto sugli elementi essenziali per fornire un sistema scolastico ben gestito”, ha affermato Breed in una nota. “Ci sono molte decisioni critiche nei prossimi mesi: affrontare un deficit di bilancio significativo, assumere un nuovo sovrintendente e affrontare la nostra uscita da questa pandemia … Il distretto scolastico ha molto lavoro da fare”.

La razza non ha indicato chi potrebbe essere in corsa per sostituire nessuno dei membri del consiglio o quando avrebbe preso le nomine.

Collins, López e Moliga sono i primi funzionari eletti della città ad essere ricordati di recente. L’ultima volta che uno sforzo di richiamo è arrivato al ballottaggio è stato nel 1983, nel tentativo fallito di rimuovere l’allora sindaco Dianne Feinstein dall’incarico.

Sarebbero tutti idonei a ricandidarsi a novembre o alle elezioni future.

“I genitori hanno parlato, i genitori sono stati ascoltati”, ha detto su Twitter Meredith Dodson, co-fondatrice della SF Parent Coalition.

Il richiamo ha ottenuto il sostegno di una vasta gamma di funzionari della città, tra cui Breed, il senatore statale. Scott Wiener, tesoriere statale Fiona Ma, nonché supervisori attuali ed ex e membri del consiglio scolastico.

Kit Lam, un sostenitore del ritiro del consiglio scolastico e padre di due che frequentano la scuola presso il San Francisco Unified School District, parla con un elettore mentre fa propaganda a Chinatown il giorno delle elezioni a San Francisco, California, martedì 1 febbraio 2019. 15, 2022.

Stephen Lam/La cronaca

“È incredibile”, ha gridato Siva Raj, uno dei genitori che aveva guidato la campagna di richiamo, a una folla esultante e urlante di partecipanti a Manny’s. “Grazie e grazie San Francisco per aver reso possibile tutto questo. Per aver lottato per i nostri figli”.

Moliga ha riconosciuto la perdita poco dopo il primo round di risultati pubblicato.

“Abbiamo combattuto duramente e condotto una grande campagna”, ha detto. “Voglio ringraziare la comunità degli abitanti delle isole del Pacifico per essersi alzata e aver accettato questa sfida. Ci sono molte altre battaglie davanti a noi”.

Collins e López non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Leave a Comment