Alcuni repubblicani di FL snobbano il discorso sullo stato dell’Unione di Biden

Il governatore della Florida  Ron DeSantis lancia cappelli tra la folla mentre sale sul palco alla conferenza CPAC del 2022 al Rosen Shingle Creek di Orlando, Florida, giovedì 2 febbraio 2022.  24, 2022.

Il governatore della Florida Ron DeSantis lancia cappelli tra la folla mentre sale sul palco alla conferenza CPAC del 2022 al Rosen Shingle Creek di Orlando, Florida, giovedì 2 febbraio 2022. 24, 2022.

Sentinella di Orlando / TNS

Mentre il presidente Joe Biden si prepara a tenere il suo primo discorso sullo stato dell’Unione martedì sera, due dei migliori repubblicani della Florida stanno cercando di evitare pubblicamente l’evento.

Sen. Marco Rubio ha annunciato il mese scorso che avrebbe boicottato il discorso sulle rigide linee guida COVID-19, mentre il Gov. Ron DeSantis ha respinto la richiesta di inviare membri della Guardia Nazionale della Florida a Washington per il supporto alla sicurezza.

“La scorsa settimana, l’amministrazione Biden ha richiesto l’assistenza delle guardie nazionali statali per il dispiegamento a Washington, DC. Ho respinto questa richiesta: non ci sarà @FLGuard inviato a Washington per lo Stato dell’Unione di Biden”, ha dichiarato lunedì su Twitter DeSantis, repubblicano e potenziale contendente alla presidenza nel 2024.

La richiesta è stata avanzata dalla polizia di Washington e del Campidoglio

Mentre DeSantis ha inquadrato la richiesta come proveniente dall’amministrazione Biden, in realtà ha avuto origine dal Dipartimento di Polizia Metropolitana DC e dalla Polizia del Campidoglio degli Stati Uniti, le due forze dell’ordine che hanno risposto al gen. 6 La rivolta del Campidoglio l’anno scorso e ha subito il peso maggiore delle ferite fisiche.

Le due agenzie hanno chiesto all’amministrazione di Biden di approvare il sostegno della Guardia prima del discorso.

La mancata mobilitazione della Guardia prima del conteggio del Collegio Elettorale e la resistenza del presidente Donald Trump a inviarlo dopo l’inizio della rivolta sono state esaminate da vicino mentre i legislatori hanno sondato i fallimenti della sicurezza sulla scia dell’attacco dell’anno scorso.

Il segretario alla Difesa LLoyd Austin ha approvato la scorsa settimana una richiesta delle due agenzie di schierare 700 membri della Guardia Nazionale prima dell’indirizzo di Biden e un convoglio di camionisti che è stato ispirato dalla protesta anti-vaccino che ha occupato la capitale canadese Ottawa il mese scorso. La missione è approvata fino al 7 marzo, per ordine di Austin.

Oltre ai 400 membri della Guardia Nazionale DC schierati sotto l’ordine, ce ne saranno 300 provenienti dal New Jersey, dal Vermont e dal West Virginia. Non ci saranno floridiani, ma la loro assenza non influirà sul numero di guardie schierate.

Rubio evita i protocolli COVID-19

Un altro floridiano che non sarà visibile martedì sera è il senatore senior dello stato, che da settimane afferma che rinuncerà all’indirizzo di Biden a causa dei severi protocolli COVID-19.

“Guarderò i replay in televisione. Non ho bisogno di sedermi lì e affrontare tutto questo solo per farli sentire bene riguardo a quanto sono al sicuro. Onestamente, sono solo stanco di tutte le cazzate del teatro COVID”, ha detto Rubio la scorsa settimana durante un’apparizione di mercoledì su Newsmax, un canale via cavo conservatore.

I partecipanti al discorso, inclusi legislatori e giornalisti, devono sottoporsi a uno screening sanitario e avere un test PCR negativo dal giorno prima del discorso.

La guida iniziale richiedeva anche ai partecipanti di indossare una maschera di qualità, come una maschera N95 o KN95, ma un giorno prima del discorso la Casa Bianca e il Campidoglio hanno annunciato che stavano allentando le regole sulle maschere poiché il numero di casi di COVID a Washington è diminuito.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha respinto lunedì l’idea che il rilassamento avesse qualcosa a che fare con i tempi dello Stato dell’Unione e con il desiderio del presidente di essere libero da una maschera quando si rivolge alla nazione alle 21:00 EST discorso.

“Direi che il presidente è molto potente, ma non potrebbe farci essere nella zona verde in cui ci troviamo in questo momento a Washington Ecco perché non ci viene richiesto, non ci verrà richiesto di indossare una maschera a partire da domani”, ha detto PSAKI.

“Quindi direi che per lui non ha nulla a che fare con i tempi intorno allo Stato dell’Unione. Voleva dare al CDC il tempo di valutare e formulare raccomandazioni che sarebbero state chiare al pubblico americano su quali sarebbero state le loro raccomandazioni per l’uso della maschera in futuro”.

Alla domanda se Rubio ritenesse che l’allentamento delle regole della maschera avesse qualcosa a che fare con il suo annunciato boicottaggio, la portavoce di Rubio Ansley Bradwell ha ribadito che il senatore della Florida “non sarà ancora presente poiché i test sono obbligatori per partecipare”.

Rubio ha consegnato la risposta repubblicana del 2013 al discorso sullo stato dell’Unione del presidente Barack Obama.

Questa storia è stata originariamente pubblicata 1 marzo 2022 11:43.

Storie correlate dal Miami Herald

Bryan Lowry copre la Casa Bianca e il Congresso per The Miami Herald. In precedenza è stato corrispondente da Washington e giornalista politico principale per The Kansas City Star. Lowry ha contribuito al progetto 2017 di The Star sulla segretezza del governo del Kansas, finalista per il Premio Pulitzer.

.

Leave a Comment